Contea di Correggio

Regni Rinascimentali
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Arrivo a Correggio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Nadezda

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.07.09

MessaggioTitolo: Arrivo a Correggio   Ven Lug 10, 2009 4:44 pm

Erano passati vari giorni da quando un messo proveniente dal castello aveva portato la lieta notizia a Nadezda, la concessione del titolo di Conte al suo sposo con l’assegnazione di un feudo alle porte della capitale.

Nad avrebbe voluto visitare quelle terre e conoscere i suoi abitanti, ma a causa della guerra in corso viaggiare era diventato troppo pericoloso, e Aphrael era lontano, il loro primo viaggio nella contea pareva un sogno irrealizzabile al momento.

I giorni passavano con un altalenare di speranze e delusioni, l’arrivo della pace che a volte sembrava così vicino, improvvisamente diventava un miraggio lontano e lasciava tutti nello sconforto.

Fu in una di quelle notti, passate a sperare e sognare che Nad prese una decisione: avrebbe fatto quel primo viaggio da sola, ora i pericoli sembravano diminuire nei dintorni di Mantua, nessun esercito era tra lei e la contea, avrebbe viaggiato di notte, percorrendo le strade di campagna con la sua fidata puledra Missy.

Senza avvertire nessuno in una sera di luna piena partì. Era l’alba quando arrivò alle terre del suo amato, i contadini stavano cominciando ad avviarsi nei campi, approfittando del fresco del mattino per svolgere il loro duro lavoro e mentre passava la salutavano e le sorridevano.

Addentrandosi sempre più arrivò a quella che doveva essere la dimora del vecchio Signore, era malandata e rovinata dal tempo, quelle terre erano rimaste troppo a lungo senza una guida e solo la buona volontà dei suoi abitanti aveva fatto sì che la vita lì continuasse con serenità e senza troppe rinunce.

Passarono le ore e vagando per i campi ed i boschi Nad fu pervasa da una sensazione di pace che non provava da tempo, lì il clamore della guerra pareva non essere arrivato, le donne ridevano e scherzavano tra loro, i bambini correvano nei campi e gli uomini parlavano dei futuri raccolti.

Da quanto tempo non provava quelle sensazioni… un’idea le balzò alla mente, doveva condividere col suo sposo quella pace, doveva trascinarlo almeno per una notte lontano dalla tristezza e dagli orrori della guerra, ancora non sapeva come ma avrebbe trovato il modo per fare arrivare Aphrael in quei luoghi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nadezda

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.07.09

MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   Ven Lug 10, 2009 4:53 pm

Nadezda continuò a visitare quelle terre, fermandosi di tanto in tanto a scambiare due parole con le persone che incontrava, senza mai svelare il suo nome completo, era solo Nad, una tessitrice di Mantua.

Incontrò un gruppo di saltimbanchi e si unì a loro per un tratto di strada.
Trascinavano i loro carretti con sopra gli attrezzi della loro arte, non avevano più lavoro a causa della guerra, le feste nei palazzi e nelle piazze erano state sospese e cominciavano a temere per la loro vita.

Era quasi il tramonto quando arrivarono ad una radura che parve particolarmente bella a Nadezda, le infondeva pace e serenità ed un’idea le balenò nella mente.

Offrì ai saltimbanchi di comprare la loro tenda da campo e con il loro aiuto la montò sul limitare del bosco, poi svelando loro la sua vera identità, si recò al vecchio castello, vi erano ancora delle stanze in buono stato e Nad scelse il necessario per arredare la sua tenda.: un bel letto a baldacchino, un tavolo con due sedie, stoviglie per la tavola e qualche candelabro.

Una volta sistemato il tutto, con l’aiuto dei nuovi amici, la tenda sembrava una piccola reggia, ora doveva solo far allontanare Aph dai suoi innumerevoli impegni e sarebbe stato tutto perfetto.

Preparò una mappa con segnato il luogo della radura e andò alla ricerca di un messo che l’avrebbe consegnata al suo amato, sperava che la curiosità lo avrebbe spinto fin lì.

Di ritorno alla tenda prese un’altra pergamena e vergò queste parole:

Mio caro,

se leggi questa mia, sei qui a pochi passi da me, non ho resistito a visitare queste terre, anche se avrei voluto farlo in tua compagnia, spero non me ne vorrai.

Ti ho trascinato qui in questo modo, perché so’ che sei troppo preso dai tuoi doveri e non ti saresti mai concesso un po’ di riposo, ma volevo che potessi assaporare almeno qualche ora di pace e serenità e qui potrai trovarla.

Sono qui che ti aspetto e farò così ogni notte d’ora in poi, sperando in questo momento, quando tu leggerai ed entrando mi troverai ad attenderti.

N.



Fisso la pergamena all’ingresso della tenda ed entrò……


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Aphrael



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 14.07.09

MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   Mar Lug 14, 2009 5:44 pm

Aphrael non aveva neanche fatto riposare il suo cavallo e si era subito messo in marcia verso Correggio.

Sapeva dove si trovava la sua Contea, ma non ci era ancora andato, forse per i suoi impegni legati alla guerra in corso, ma forse perchè non voleva andarci senza la sua Nad.

Ma ora lui sapeva bene che l'avrebbe trovata lì, non ci era voluto più di un attimo a capire, nessuna parola era stata necessaria perchè lui sapesse che Nadezda, sua moglie, era lì da qualche parte ad aspettarlo.

Percorse quei luoghi di corsa, in groppa al destriero che la duchessa gli aveva regalato e decisamente non passava inosservato.

Attraversò terre ridenti e molto belle, tutto era tranquillo e armonioso, si compiacque di trovare una pace quasi innaturale visti i tempi, ma si trovò subito in quelle terre, capì che le genti del luogo avevano governato quei posti secondo la loro natura e si ritrovò in essa.

"Ho trascurato a lungo i miei doveri" - pensò- "presto dovrò scegliere un signore per queste terre che mi faccia da vassallo".

Cavalcò ancora addentrandosi nella Contea e superando fattorie e piccoli agglomerati, e via via non poteva non notare gli sguardi sorpresi dei contadini.

Non era il momento di fermarsi comunque, aveva fretta e poco tempo.

Superò una piccola residenza abbandonata, pareva ci fosse stato qualche viaggiatore di recente, ma sapeva che non era quella la sua meta, poi finalmente la vide: al centro di una radura, che pareva proprio essere quella indicata nella mappa, c'era una tenda multicolore.

Si avvicinò, una cavalla bianca era impastoiata accanto alla tenda, lasciò il suo stallone che subito riconobbe Missy.

Aphrael ormai era impaziente, lanciò in terra spada e scudo ed aprì la tenda...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nadezda

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.07.09

MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   Mar Lug 14, 2009 11:46 pm

Da diverse sere Nadezda si avventurava nelle terre della Contea, noncurante dei pericoli che potevano attenderla, e ogni volta il desiderio di incontrare il suo sposo si faceva più intenso.

Anche quella notte dopo essere arrivata controllò che nella tenda fosse allestita la tavola con cesti di frutta fresca e vino arrivato dalla Francia, i candelabri con le candele accese la illuminavano, mandando una fioca luce verso il letto che era stato preparato con fresche lenzuola di lino.


Tonio e sua moglie sono davvero delle brave persone – pensò – devo ricordarmi di loro quando avremo bisogno di personale fidato al castello.

Poi come ogni altra notte si apprestò ad attendere l’alba. Doveva essersi addormentata, quando il galoppare di un cavallo la svegliò, dapprima lontano, tanto da non essere certa fosse reale e non il frutto di un sogno, poi sempre più nitido e vicino.

Poi armi che cadevano sul terreno, la tenda si aprì ed ecco Aphrael. Tutte le sofferenze e le preoccupazioni di quei lunghi mesi svanirono all’improvviso, corse tra le sue braccia e il loro lungo abbraccio fu più esplicito di mille parole.

Le loro labbra si cercarono per placare la sete provocata dalla prolungata separazione, e dopo innumerevoli baci Aph la prese tra le braccia e la posò sulle candide lenzuola…
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Aphrael



Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 14.07.09

MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   Mer Lug 15, 2009 5:42 pm

Era stata una notte fantastica, la più bella da tanto tempo, ma era giunta l'alba e lui doveva ritornare all'accampamento.

Con gli occhi tristi, Aphrael si alzò e si preparò cercando di non svegliare la sua amata Nad.

Prima di uscire dalla tenda scrisse un messaggio e lo poggiò in vista...

"Cara Nad,
non ho voluto svegliarti perchè non era necessario, sono certo che presto i motivi della mia assenza finiranno e potremo finalmente stare di nuovo insieme. Nel frattempo torna a casa e non preoccuparti.

Troverai una scorta pronta a riaccompagnarti a casa al tuo risveglio, non voglio che tu corra dei rischi sul viaggio di ritorno.

Nel frattempo sappi che ho deciso che questa radura sarà il luogo dove realizzerò il nostro Palazzo, utilizzeremo i materiali della vecchia residenza diroccata ed assumerò i migliori mastri per realizzare la nostra residenza.
Un bacio
Aph"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nadezda

avatar

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.07.09

MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   Ven Lug 17, 2009 1:03 am

Il sole era oramai alto quando Nadezda si svegliò quel mattino, istintivamente allungò un braccio verso il cuscino al suo fianco, le pareva di percepire ancora la presenza del suo amato, ma vi trovò solo un suo scritto.

Si preparò, con negli occhi e nel cuore il ricordo di quella dolce notte e dopo aver salutato Tonio e la sua famiglia, si avviò con gli uomini della scorta che la stavano aspettando, verso le mura di Mantua.

Appena giunta in città uno strano vociare proveniente dalla piazza principale attrasse la sua attenzione, tanti concittadini stavano parlando allegramente, ridendo e ballando, una parola prevaleva su tutte le altre: Pace.

Fu subito tutto chiaro, la pace era stata finalmente raggiunta, ora la vita avrebbe continuato il suo normale corso, Aphrael e Arq sarebbero tornati a casa, la notte appena trascorsa sarebbe stata solo l’inizio di un nuovo splendido capitolo della loro vita.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Arrivo a Correggio   

Tornare in alto Andare in basso
 
Arrivo a Correggio
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» mare, arrivo!
» Eccomi qui, con calma ma arrivo :-)
» Progesterone e arrivo ciclo
» [GDR] Arrivo della Duchessa di Milano
» Perdite da impianto o malefiche in arrivo?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Contea di Correggio :: Contea di Correggio :: L'inizio-
Andare verso: